Calendario Legsol

FEBBRAIO 2014 

Mese della purificazione, da Februare (purificare), per gli antichi riti in onore alla Dea Febris.

La parola sacra allora è: ACQUA.
Sempre tanta acqua. Anche questo inverno madre natura ci sta rifornendo di molta H2O, liquida e solida, con tanta neve sulle nostre catene alpine e appenniniche. Acqua come fonte di vita, purificazione e quindi rinnovamento: al seguito una bella candela che ci illumina sempre con nuova luce, simbolo della volontà di cambiamento. Che si sia arrabbiata la dea Febris? Auguriamoci che non sia il preludio di un forzoso cambiamento già verificatosi in un remoto passato, quando, si dice, qualcuno costruì una grande arca per sopravvivere all’abbondanza di acqua che si stava riversando sulla terra. Febbraio fortunatamente sta portando qualche giorno di sole, con temperature medio alte rispetto alla media in tutto il nord Italia: sembrano situazioni anomale. Si sà che la vita implica cambiamenti e trasformazioni, è un processo evolutivo, ma stiamo forse per osservare in diretta l’inizio dell’inversione magnetica dei poli, come ciclicamente è accaduto e si ripeterà nelle varie ere geologiche della Terra?

Quando la nostra stella riesce a squarciare la desolante e grigia coltre di nubi e ci pervade trafiggendoci amorevolmente con i suoi raggi ci sembra di rinascere. Affrontiamo la vita con più serenità e voglia di agire. Ma come agire? Ricordiamo sempre la nostra triade di luce, che ci consente di meditare sull’importanza della relazione che collega il sole, con la natura e la vita nel suo olos. Anche a febbraio si impara a camminare nella giusta direzione, applicando l’arte della meditazione e riflessione interiore per poter crescere e percepire l’amore divino, che è già radicato in noi ma che per molti diventa ardua impresa, come di notte camminar per boschi. La perseveranza ci consente di arrivare alla conquista, ma la perseveranza è essa stessa una conquista e solo se riusciamo ad aprirci con mente e cuore alla vita stessa, con l’obiettivo di eliminare false paure e inutili timori. I giorni di febbraio che ora scegliamo e  potrebbero essere interessanti per acute e illuminanti riflessioni li raccogliamo in queste tre date: 3,14, 17 febbraio (se li giocate al lotto…).

3 FEBBRAIO: san Biagio

san biagio

regalità di un santo…determinazione e devozione, elevata consapevolezza.

Il nostro santo di Sebaste, paese dell’Armenia, nato nel III secolo d.C, era un medico cattolico, decapitato dai Romani pochi anni dopo la proclamazione della libertà di culto nell’impero Romano. Ai nostri tempi si sarebbe salvato, visto la rapidità con cui le informazioni circolano, ma a quei tempi non esistevano i mezzi di comunicazione che abbiamo oggi. Questi santi sono stati indubbiamente veri personaggi, e visto che vengono ricordati e celebrati, chi più e chi meno, possiamo osservarli da punti di vista differenti e fare delle semplici riflessioni sulla loro esistenza e sulla loro fede, che testimonia la forza che essa può manifestare nelle persone. Dovrebbero essere un esempio di perseveranza nella nostra vita quotidiana, un aiuto per il nostro cammino e per lo sviluppo di una mentalità pronta al cambiamento, consapevole della forza che può essere generata dalla riflessione e meditazione su ogni genere di tematica. Non esistono paure per chi cammina sulla retta via, ma solo opportunità di crescita nella consapevolezza. Come per molti santi, la fede ha portato san Biagio a divenire una persona di spicco, di status elevato (vescovo) ed altrettanta consapevolezza, nella società in cui viveva: festeggiando la sua memoria si crea quel giorno un’aurea energetica a cui è possibile fare riferimento e dalla quale, con mente e cuore aperti consapevolmente, ricevere sempre grandi impulsi alla vita. Meditate, gente, meditate!

 

14 FEBBRAIO: san Valentino

San Valentino da Terni, cittadina umbra, nato nel 176 d.C, divenne vescovo a soli 21 anni. E’ molto probabile che il santo andò a Roma nel 270 a predicare i vangeli, ed essendo buon predicatore divenne molto famoso, popolare e pericoloso per l’impero Romano. Venne quindi fatto arrestare, poi flagellare e dacapitare, nel 273, all’età di 97 anni. Lunga vita di fede il nostro Valentino. Cosa interessante è che in data 14 febbraio veniva celebrata dagli antichi la festività pagana dei Lupercalia, in onore al dio Fauno Luperco, protettore degli ovini e dei caprini dagli attacchi dei lupi affamati, che in questo periodo dell’inverno arrivavano verso le greggi per cercare cibo. Qualcuno sostiene l’ipotesi della celebrazione per il ricordo dei fratelli Romolo e Remo, allattati dalla lupa. Probabilmente altre ipotesi esistono per la festività del 14 febbraio, che venne istituita come san Valentino forse nel IV secolo d.C dalla Chiesa cristiana. Vari aspetti da valutare per una singola festività, per cui vari punti di vista, varie opinioni. Anche per i nostri santi avremmo tanto da approfondire: questo dovrebbe farci capire quanto sia importante la conoscenza, al fine di comprendere la verità delle cose. A noi interessa che ogni persona diventi consapevole che il nostro cammino richiede elasticità, affinchè la nostra mente possa essere aiutata ad affrontare il cambiamento. In questa giornata viene festeggiato in tutto il mondo l’amore tra uomo e donna. Secondo noi è un pò limitante, perchè è

cuccioli

Io ti voglio bene…e tu?

l’Amore con la A maiuscola che dovrebbe essere sempre ricordato e valorizzato: l’amore come forza della natura, che l’uomo è in grado di generare, ma che esiste in forma più grezza anche in molte specie animali e nei vegetali. Avete mai provato a coccolare un vostro fiore od una pianta del vostro giardino? E’ un fenomeno legato alla vita, e noi esseri umani ne dovremmo essere la massima espressione, visto che dovremmo essere concepiti consapevolmente da un gesto d’amore.

Buon san Valentino a tutti.

 

17 FEBBRAIO: morte al rogo di Giordano Bruno.

giordano bruno

Immortale come il mio pensiero…

Nato a Nola (Na) nel 1548 e morto a Roma il 17 febbraio del 1600. Era filosofo, scrittore e frate domenicano. Ci sembra giusto ricordare anche la morte di un eretico, colui che venne fatto morire proprio da coloro che lo fecero crescere per diventare uno di loro, un cristiano. Ai tempi dell’Inquisizione i cristiani ne uccisero parecchi di eretici e di non cristiani; si comportarono come fanatici alla pari di coloro che flagellarono e decapitarono i santi che oggi noi ricordiamo. La legge del taglione, occhio per occhio…Giordano Bruno venne bruciato vivo, al rogo in piazza Campo de’ Fiori, probabilmente per essere stato un grande libero pensatore. Il suo pensiero ha creato il terrore nella mente di coloro che optarono per la sua morte. Ci chiediamo: ma quale strano pensiero avrà meditato la mente di questo filosofo, pensatore, che segue anche un percorso di studi religiosi, diventando addirittura frate? Meditate gente…

Tanta pioggia arriverà, per purificare tutti i nostri pensieri. E’ probabile che l’essere umano ne abbia un grande bisogno. Forse madre natura ci sta già pensando? Prepariamoci l’arca…

Buone cose,

Legsol

 

 

 

——————————00000000000000000000000————————–

GENNAIO 2014

Gennaio è il mese che inesorabilmente da decine di secoli subisce con dignità il traumatico (non per tutti) passaggio che gli esseri umani devono affrontare per entrare nel nuovo anno. Considerando i botti, sparatorie, fuochi artificiali, salve di cannone, bombe e chi più ne ha…Gennaio sicuramente ha il cuore forte!

In questo momento di passaggio dal vecchio al nuovo anno sembra che la felicità sia d’obbligo, e abbia delle regole piuttosto consumistiche da seguire. Quindi è inevitabile comprare dei bei vestiti (d’obbligo le mutande rosse), partecipare a festoni, veglioni, cenoni, brindare, festeggiare, bere, mangiare, ballare, viaggiare…a volte la presunta gioia per l’attesa e saluto del nuovo anno potrebbe tramutarsi in semplice stress. Ma secondo Legione c’è qualcosa che sfugge alla consuetudine pur gioiosa dei tradizionali festeggiamenti: la volontà di attivarsi per aumentare la nostra felicità attraverso la consapevolezza della nostra parte più vera, la nostra essenza che ci collega spiritualmente al Tutto, all’Essenza divina, a nostro Dio…la ricerca del paradiso in terra. Sarebbe saggio considerare Gennaio come il mese che ci offre la possibilità di cominciare un nuovo cammino, verso la ricerca della Grande Visione. Noi di Legione proponiamo quattro date che possono offrirci la possibilità di incrementare la nostra consapevolezza: Capodanno, l’Epifania, S. Antonio abate e i tre giorni della Merla. A Gennaio è bene aprire occhi, orecchie, mente e cuore, perchè tutti noi facciamo buoni propositi da osservare, ci prefiggiamo nuovi obiettivi da realizzare, auspichiamo un anno migliore, desideriamo insomma che qualcosa cambi, possibilmente in meglio. Ma come nostro solito ricordare il cambiamento sta in noi e a sostegno delle nostre idee ecco un simpatico pensiero dal valore nascosto inestimabile:

“Dobbiamo sempre ricordare che il mondo in cui viviamo e che vogliamo vivere è fatto su misura per noi”
(Legsol)

E ora si parte: Buon Anno!

 

CAPODANNO: 1 Gennaio

Viggio nei boschi innevati

Capodanno inizia con un viaggio nel mondo cosmico…è la natura che ci aiuta.

Ecco una foto emblematica: potrebbe sembrare una sfida all’ignoto, ma contemporaneamente anche un viaggio nel magico mondo della natura che ci porta al contatto con l’Essenza divina. Infatti immersi in questa natura il nostro cervello trasmuta verso una forma spirituale, come per magia, ci sentiamo parte del tutto, ci perdiamo  fondendoci in questa natura che desolata pare, ma si rivela (a colui che vuol percepire) affollata di energie amorevoli che ci sostengono sospingendo il nostro essere alleggerito e che sembra dimenticarsi di appartenere al corpo che lo sta ospitando. Anche il rombo del motore sembra svanire e siamo rapiti da questo magico mondo spirituale, che solo madre natura è in grado di regalarci. Conquistiamolo ogni giorno!

Ps. non è necessaria la moto!

 

EPIFANIA: 6 Gennaio

L’Epifania tutte le feste se le porta via!
Da alcuni punti di vista è un bene. Nella tradizione cristiana si celebra il giorno in cui Gesù bambino, il Cristo, si rivela, si manifesta al mondo in modo ufficiale. Siamo avvisati, qualcuno di importante per il nostro cammino spirituale è arrivato. Sta a noi coglierne il significato e l’opportunità per riflettere, meditare e pregare affinchè la nostra vita sia indirizzata verso mete e obiettivi che ci conducano alla consapevolezza. Il viaggio verso la nostra essenza, la comunione con il divino che è in noi.

avocados ripieni

Legione consiglia….avocados alla Perry.

Dal punto di vista più materialistico è un bene perchè finalmente potremo cominciare a preoccuparci del nostro corpo che è stato soggetto a continue angherie alimentari: due settimane in cui è capitato di gozzovigliare ininterrottamente dalla mattina alla sera. Abbiamo acidificato corpo e mente. Perchè allora non cominciare a pensare di farci un pò di bene, puntando sul concetto di alcalinizzare il nostro corpo, mirando ad un’alimentazione meno acida? Noi consigliamo degli ottimi avocados, frutti altamente alcalinizzanti e ricchi di proprietà nutritive di qualità; basta informarsi e di cibi che ci rendano meno acidi è possibile trovarne in quantità. Basti pensare a quanto è alcalinizzante il succo di limone, che tutti contrariamente pensano sia un agrume acidificante (unica controindicazione…attenzione allo stomaco). La foto sopra riportata ci è concessa da una nostra amica, che ha preparato gli “Avocados alla Perry”, ossia con un ripieno squisito a base di: aglio, germogli di soia, rucola, semi di girasole, mandorle, semi di finocchio, pane grattuggiato, sale, olio, limone (tutto nel mixer…ma per pochi secondi). Da provare, ma prima ricordarsi di prendere il biglietto per l’ingresso in Paradiso.

Diventiamo tutti meno acidi! Legione suggerisce questo proposito come obiettivo da perseguire per iniziare un buon anno.
Facciamoci del bene.

 

S. ANTONIO ABATE: 17 Gennaio

Chi meglio di questo santo a Gennaio può ricordarci che dobbiamo centrare il nostro cammino verso la conquista della consapevolezza, praticando momenti di ascesi, senza però cadere nell’esasperazione del vero ascetismo spirituale (libero di farlo chi volesse). Antonio era infatti un anacoreta, colui che si ritira per pregare, meditare e contemplare, ma che non resta isolato dal mondo, al contrario ricerca il prossimo e porta alla società la sue emanazioni positive, la sua saggezza e volendo la sua conoscenza del mondo spirituale. E’ un contagio. Lasciamo che ci pervada l’epidemia del cammino verso la consapevolezza. Ad insegnarcelo c’è lui, sicuramente un grande maestro, nato in Egitto nel 251 d.C (che precisione nell’affermare date di nascita di personaggi cosi remoti) e che è stato poi considerato il fondatore del monachesimo cristiano. La letteratura religiosa ha tramandato molte informazioni sul santo, che diventa protettore degli animali e di coloro

falò s.antonio

Un falò ci regala momenti magici…

che lavorano col fuoco, ed è in grado di far ritrovare qualcosa che abbiamo perso. La tradizione popolare festeggia questa giornata in sua memoria accendendo dei falò: quale occasione migliore per una emozionante passeggiata verso la nostra essenza spirituale. Con il fuoco dei falò si attiva un retaggio ancestrale che è stampato indelebile nel dna di tutti i popoli ed inoltre riscopriamo un retaggio arcaico, la notte dei tempi, quando il Tutto era in fase di preparazione per il progetto della Vita.

Partecipare ad un falò di gruppo può generare in noi grandi risvegli. Ricordiamo tutto ciò con una piccola candela, non ci può fare che bene (verificare l’assicurazione incedi!!).

fuocherello nella neve

Un piccolo fuocherello riscalda i cuori…ci riunisce nell’emozione divina.

 

I TRE GIORNI DELLA MERLA:   29-30-31 Gennaio

La tradizione popolare racconta varie storielle in merito a questi tre giorni di fine gennaio, che nel passato sembravano essere i giorni in cui il freddo invernale era più intenso. Esiste una specie di merli di colore bianco, e quindi potrebbe anche essere vero che il fumo del camino in cui si riparò una famiglia di merli per il gran freddo proprio gli ultimi tre

la merla

Ci vuole proprio un caldo camino…

giorni di gennaio, colorò indelebilmente di nero il loro bianco piumaggio. La storia della merla in questi tre giorni a noi vuole ricordare di fare un piccolo pensiero, meglio una preghiera a sostegno di un mondo in cui tutti possano essere sereni e trovare un camino che li accolga e li riscaldi. Un pensiero a ciò che nella vita può essere veramente utile e meno attenzioni per il superfluo: i doni più importanti sono i doni d’amore. Ci potrà sempre essere del fumo che brucia gli occhi, o vuole sporcare il nostro cammino, ma il cuore che si riscalda ci regala tanta gioia e ci stimola a proseguire senza sosta. Quotidianamente dobbiamo aprire il nostro cuore a pensieri d’amore, perchè questo è il cammino della Triade di Luce, verso la grande visione.

Buone cose ed un Gennaio ricco di emozioni positive per tutti,
Legsol

 

================================================================

 

 

 

 

————————–……………………………………….

 

SETTEMBRE: arrivederci amico sole.

i due gialli...sole e limone

i due gialli…anche il piccolo limone è espressione della magnificenza del grande sole

Con il mese di settembre sembra che un nuovo anno debba iniziare: sono in tanti a pensare che il calendario dovrebbe anticipare l’inizio del nuovo anno con questo mese. Con settembre tutto ricomincia: o forse sarà l’imprinting scolastico ricevuto nel passato? L’estate ci ha portato tanta energia grazie all’amico sole, ci ha consentito di rifarci le scorte di vitamina D diventando più scuri (così siamo già neri per le tasse e balzelli che dovremo pagare), ha scosso il nostro dna irradiato dalla luce solare, insomma ci ha preparato per il riequilibrio autunnale (anche la natura usa la tecnica del bastone e della carota?), periodo in cui è più semplice ritornare alla nostra consapevolezza, per poter incanalare le energie acquisite in nuovi progetti, idee, obiettivi, al fine di arricchire la nostra vita. Tutto ciò, sotto la spinta vitale del nostro dna, la nostra essenza più pura che esige la vita a tutti i costi. Le poche cose irritanti, che sono purtroppo sempre incidenti di percorso – perseverare nell’errore è diabolico, ma è la matrix che stiamo generando! – e pegno del vivere in questa società e che ci impediscono di godere al meglio la vita, sono solo le tasse da pagare allo stato e le bollette che impazzano in modo irragionevole; volendo ci possiamo mettere anche qualche piccolo debito con banche o finanziarie. Ah, che pessima economia quella basata sul debito. Cosette da poco!? Beh, quando si dà troppo valore al denaro… Ma per fortuna c’è settembre, che ci porta alla calma e alla ragionevolezza, sentiamo un’esigenza estatica di meditazione, di ritorno in noi stessi, con tanti propositi per ricominciare una nuova esistenza. E’ la natura che ci parla, l’amore che ci pervade, unito ad una magia di colori che possiamo anche osservare grazie alla Terra che si sta allontanando dal Sole e ci regala dei tramonti stupendi. Per i più mattinieri è importante non perdersi l’alba magica che si può osservare dalle 7 alle 7.30 della mattina. In questi momenti il sole ci emana dei messaggi sublimi, il nostro dna si attiva in modo energico e noi nell’estasi possiamo cogliere la duplice opportunità: sentirci parte del tutto cosmico (sensazione vitale di amore ed energia che sublimano in noi) e attivare la nostra consapevolezza col fine di accrescerla, migliorando e amplificando l’impronta della nostra esistenza. Tutto è scritto nella triade di luce, attivando lo stato alfa, perseguendo la grande visione.

Settembre esprime l’input al cambiamento, siglato anche da una data sul calendario: l’estate finisce, comincia l’autunno e precisamente per quest’anno 2013 l’equinozio (quando il giorno dura quanto la notte) sarà il giorno 22 alle ore 22.44 (così dicono gli astronomi). Come detto poco sopra, settembre ci regala dei momenti estatici veramente favolosi…ma dobbiamo essere noi a captarli e sintonizzarci sulle giuste frequenze, con la nostra volontà e consapevolezza. La vita moderna però ci ha portato ad un forte distacco dalle frequenze della natura e quindi della vita, non riusciamo ad essere centrati nel nostro equilibrio armonico, come invece dovremmo essere. Dobbiamo imparare a cogliere la magia della vita che ruota attorno a noi. Legione propone il suo percorso: triade di luce ad aeternum!!!

L’importanza di ciò che diciamo viene confermata dal fatto che esistono tuttora dei movimenti di pensiero, religiosi, pagani, massonici che ritualizzano l’equinozio autunnale: la luce lascia spazio alle tenebre, le giornate si accorciano e le notti si allungano, fino al solstizio invernale, quando la durata del giorno sarà minima e la notte la più lunga dell’anno. Noi non pensiamo di avere bisogno di grandi rituali per collegarci alla natura e alla vita: sicuramente il rituale emana energia di gruppo e consolida la convinzione attraverso una forte suggestione. Però riteniamo che sia necessario che ciascuno di noi ritorni a meditare nel vissuto quotidiano sull’importanza di un avvicinamento alla natura, alle forti suggestioni che essa ci offre, ai messaggi vitali che il nostro sole ci comunica e alla consapevolezza di risvegliare il nostro dna, per accrescere la nostra capacità di consapevolezza nel vivere la vita. Abbiamo sempre l’occasione per migliorare: occhi aperti e tanto amore.

Impariamo a navigare nell’oceano della vita, carichi di quella luce travolgente che a nostro comando tutto trasforma….

Buon viaggio e godiamoci l’estasi settembrina…

viaggio

E’ giunta l’ora…e vediamo chi mi ferma!!

……..una notte di settembre mi svegliai…..

 

 

 

 

 

 

………………………………………………………………………………………………………………………….

 

APRILE DOLCE DORMIRE e VOGLIA DI VITA

dormire

Tanto sonno…

         

Questo 2013 si è presentato carico di H2O sottoforma di pioggia e neve: ne è scesa veramente tanta, considerando tutte le regioni italiane in genere; ci ricordiamo nel 2000, il nuovo millennio, che i primi tre mesi dell’anno sono stati asciutti, di siccità, perlomeno nel nord Italia. La terra aveva sete quell’anno, l’inizio di un nuovo millennio. Ancora non si parlava di tecnologie in grado di cambiare le condizioni meteorologiche, ma non ne parleremo adesso, in questo spazio oggi vogliamo essere meno tecnologici e più spirituali… però se qualcuno volesse dare un occhio ciò che succede nel mondo..vedi…

Dolce sonno...

Dolce sonno…

Gennaio, febbraio e marzo, sono stati mesi di freddo, che si è mantenuto fino ad aprile, e fino ad aprile abbiamo osservato che si sono prolungate anche le malattie tipiche invernali. Abbiamo avuto una primavera fredda, ma da qualche giorno è ritornato il sole. Ora si che possiamo dire “aprile dolce dormire”, quando il sole scalda un pò le giornate, ma la casa rimane ancora un pò freschina…quindi si dorme anche meglio e alla mattina ci gustiamo ancora il tepore del nostro letto sebbene fuori già la luce risplenda e ci richiama alla vita attiva. Ah, che fatica alzarsi…ma che bello poter sperimentare queste sensazioni. Sembra di ricominciare una nuova vita, come se ci fossimo dimenticati di quanto si possa stare meglio quando la luce del nostro amico sole colpisce la terra. Ma noi esseri umani che viviamo alle latitudini temperate sappiamo che ogni anno si ripete questo rituale, e il nostro corpo è abituato da secoli se non millenni a tal cambiamenti e riusciamo forse a capire in queste circostanze quanto possa essere influente la luce del sole sulla vita nel suo più ampio e variegato sistema. Le scenografie allestite dalla nostra stella, in compartecipazione con madre Natura, offrono splendidi scenari in cui compaiono albe a tramonti in paesaggi da fiaba, incantevoli, con luci e colori tali da suggestionare e far riflettere anche l’essere più razionale che esista sulla terra. Come è possibile che la nostra mente resti incantata ed affascinata da simili visioni? La bellezza sotto tutte le sue forme è generata dalla natura e dalla vita che da essa è derivata, ma solo la mente dell’essere umano è in grado di apprezzarla, ricercarla, sublimarla. La bellezza accompagna la vita degli umani e i concetti ad essa correlati di equilibrio, armonia, purezza, devono avere un significato profondo nel nostro cammino universale. Domanda: che significato avrebbe la bellezza senza una mente in grado di apprezzarla? Avremo modo di parlarne in seguito e se chi legge ha idee in merito voglia pure condividerle…Torniamo al nostro aprile dolce dormire, ma anche tanta voglia di vivere.

 

risveglio

Risveglio di colori: è vita.

E’ una botta di energia, come si suol dire. E’ come se ogni raggio di sole andasse a parlare direttamente con ogni organismo sulla terra che abbia potenzialità vitali, per ricordargli che la vita ha bisogno di vivere e c’è un grande progetto da realizzare: ora è il momento di agire, la vita ha bisogno di risvegliarsi e funzionare più di prima. Non la comandiamo noi, ma la assecondiamo per capire il suo messaggio. Tutti siamo invasi o permeati da questa energia: è amore. Nei momenti bui l’amore deve lavorare e accrescere, attingendo dalla nostra volontà e consapevolezza, mentre nei momenti di luce esso sprigiona tutta la sua meravigliosa vitalità. Più siamo in grado di lavorare nell’amore e per l’amore in momenti in cui manca l’energia vitale del Sole, e tanto più energia vitale saremo in grado di manifestare nei momenti di luce. Amore = energia della vita per la vita. Aleggia nell’aria la sensazione di una grande gioa nel vivere la nostra vita, c’è una grande contaminazione, tutti sprigionano voglia di amore e di amare, in tutti i sensi la natura rende manifesta la sua identità: niente altro che vita. Ciascun vivente ha in affido una porzione di questa vita, la propria esistenza, che ha un inizio ed una fine, con lo scopo di consentire alla vita di vivere, facendo continuamente esperienze per trovare sempre condizioni migliori e di miglior consapevolezza. Tutte le sensazioni positive legate alla nostra esistenza fanno parte del progetto di vita, che per noi rimane sempre il più grande, affascinante e meraviglioso mistero: il nostro compito è cercare di scoprirlo, sperimentandolo attraverso l’energia dell’amore. Fare vivere la vita attraverso la consapevolezza dell’energia che ciascuno di noi può creare: l’amore. E torniamo alla Triade di Luce

tramonto rosso

Tramonto rosso: emozioni da catturare.

 

 

Buone dormite a tutti voi e l’augurio di un buon risveglio nella forza della luce, giorno dopo giorno…

Legsol

Da ascoltare…

—————————————————–

 

 

PRIMAVERA 2013

relax su un prato

…che meraviglioso relax…

Legione del Sole coglie l’occasione per fare gli auguri a tutti i papà del mondo, ma in particolare avvisa quelli che vivono alle latitudini temperate che tra qualche decennio con la festa del papà festeggeremo anche l’Equinozio di Primavera. Sembra infatti che la primavera si manifesti sempre prima sul nostro calendario, e quella di quest’anno 2013 dovrebbe arrivare il 20 marzo alle ore 11.02, mentre molti astronomi hanno previsto in base ai loro calcoli (che bello poterli capire!) che nel 2044 cadrà il 19 marzo, San Giuseppe e festa di tutti i papà. Coraggio papà di tutto il pianeta, uniamoci e diamoci da fare che il futuro dei nostri figli è nelle nostre mani, o meglio nelle nostre menti.

E’ l’occasione per fare qualche riflessione su quanto sia importante la luce del nostro sole, che risveglia tutta la natura rimasta dormiente e ci consente di ammirare degli splendidi paesaggi ricchi di bellissimi fiori che sbocceranno: osservate bene un fiore e vedrete che la sua belleza vi parlerà

Triade di Luce

Triade di Luce

con l’amore. Fermiamoci tutti un attimo e osserviamo, per chi ne ha l’opportunità, tutti quei piccoli mondi che ricominciano a vivere: è una trasformazione, sono cambiamenti, da uno stato di vita quiescente, quasi latente ad uno stato di estrema vitalità.. Perchè non ne approfittiamo anche noi per imparare da madre natura e cominciamo seriamente a far crescere dentro di noi il desiderio di un cambiamento? Si comincia con la volontà di fermarsi un attimo, cogliere un raggio di sole, permearlo del nostro pensiero di amore che trasforma in bene, e il raggio colpirà fino al nostro cuore, coinvolgendo mente e corpo in una strabiliante spinta verso una vita più armoniosa, volta a instaurare un forte equilibrio con la natura. Facciamolo anche con i nostri figli appena possibile. Contemplare la natura nelle sue manifestazioni più belle ha un valore inestimabile. Cominciamo, c’è sempre da imparare…e ora concediamoci tre minutui di relax con Marina Rei…clicca qui e per i vostri figli ecco qui…. e fornitevi di matite colorate!!!

primavera

Sempre in cammino…

 

Buona Primavera a tutti voi,

Legsol

 

 

2 pensieri su “Calendario Legsol

I commenti sono chiusi.