20.000 LEGS

                                                 Ventimila leghe sotto i mari

giulio verne

(Giulio Verne)                          Da persone consapevoli impariamo a goderci qualche viaggio con la fantasia e insegnamolo ai nostri figli…La vita dovrebbe essere un bel lungo viaggio!

 

SIAMO IN 20.000 

L’origine, come tutto è iniziato. E’ sempre una ricerca, che spesso trova la sua motivazione dalla necessità di risolvere dei problemi. Un problema ha sempre una sua origine: è una grande soddisfazione trovare l’origine, lo è ancor di più se il problema crea disagio e sofferenza. La capacità di elaborare più informazioni, osservate da più punti di vista, forte intuito, il tutto vincolato a valutazioni di sincera onestà ed integrità: è la ricerca della verità. Non dobbiamo delegare ad altri ciò che è di nostra competenza, perchè il viaggio che stiamo intraprendendo avendo avuto in dono la vita, è naturale che dobbiamo essere noi a condurlo e portarlo a termine. Il problema in questo caso è di stabilire la direzione da prendere e quale sia l’obiettivo. Ormai la nostra idea è focalizzata: per Legione del Sole valgono le idee della Triade di Luce. Noi sappiamo cosa è bene per la vita sulla Terra e la consapevolezza che ci consente di viaggiare sui binari della onestà/verità risulta essere l’aspetto fondamentale su cui focalizzare le energie, al fine di giungere alla grande vsione, per la fondazione di una nuova civiltà che inevitabilmente ci aspetta nel nostro cammino di vita. Sarà una tappa obbligata, e ciascuno di noi è direttamente coinvolto, perchè nell’era dell’uomo click (colui che usa spesso la tastiera), con l’informazione che dilaga ovunque, abbiamo la possibilità di scegliere la direzione che il percorso della nostra vita potrebbe prendere, e che a sua volta si ripercuote sul modello sociale che  ci viene imposto, ma che indirettamente scegliamo noi. E’ nostra responsabilità scegliere di alimentare una certa consapevolezza di vita, gettando, per questo tipo di scelta, delle solide basi di onestà per la ricerca della verità: non dobbiamo ingannare noi stessi svendendo la preziosa vita al becero e squallido materialismo egoistico su cui si basa la moderna società altamente ed esclusivamente consumistica. L’egoismo individualistico fine a se stesso è contrario alla vita, la quale trova ampie giustificazioni e motivazioni di esistere grazie al disegno di un progetto di interdipendenza collettiva: le prime tribù, poi i villaggi, i borghi, i piccoli paesi, le cittadine, la città e così via fino alle nazioni e stati. Lo stato stabilisce delle regole di convivenza per una società molto numerosa, ossia di un gruppo di individui che convive ciascuno portando il suo contributo al fine di raggiungere degli obiettivi che vengono da tutti riconosciuti. La miglior vita si esplica dunque nella condivisione di valori che consentano la ottimale conduzione di una collettività, a partire dalla famiglia, cellula base su cui costruire una società. Conveniamo quindi che è importante alimentare la nostra consapevolezza in virtù di quei valori importanti e costruttivi per una collettività, e non delegare ad altri di decidere quotidianamente quali siano i valori che dobbiamo focalizzare ed energizzare. La ricerca delle verità è figlia di genitori consapevoli che OGGI più che ieri possono

cavaliere

Per la natura… con la natura.

scegliere di orientare il cammino dei loro figli su un percorso che porti a premiare una scelta di vita in linea e in armonia con le leggi della natura: ogni giorno dobbiamo seminare amore, per ricevere armonia e serenità. Ogni scelta deve premiare quelle condizioni che aiutino la vita a vivere. Parte tutto da ogni singolo essere umano, e il tutto si amplifica creando una collettività e poi una società di individui che agiscono sulla base di valori comuni per raggiungere l’obiettivo comune: vivere la vita in armonia verso un continuo crescendo evolutivo. Ancor di più se siamo genitori: abbiamo capito che i nostri figli hanno un futuro da vivere e che dipende da come la loro mente focalizzerà i principi ed i valori in cui credere. Sappiamo che la scuola fornisce loro informazioni non sempre veritiere e spesso condizionate dal modello di sviluppo imperante, che porta i nostri giovani ad escludere determinati valori, per alimentare quelli del sistema economico consumistico; per cui la realtà che si troveranno di fronte sarà quella che loro stessi cominciano a creare fin da piccoli. Siamo noi, adulti ormai consapevoli che dobbiamo intervenire  quotidianamente indirizzandoli verso la bellezza della vita e dei suoi valori che sono necessari per realizzare una società equa ed in armonia con le leggi della natura. Per chi non avesse ancora le idee chiare, ci ripetiamo con la Triade di Luce: focalizzare ciò che può dar vita alla vita.

L’origine del problema: la crisi. Detto tra noi, quale occasione migliore per rimboccarsi le maniche e lavorare sul nostro cambiamento, focalizzandoci sulla capacità di elaborare amore incondizionato. Le situazioni di crisi in genere ci mettono di fronte a delle problematiche e ci fanno riflettere sul perchè accadono, ci chiediamo a noi stessi come mai quel che è successo si è verificato in un momento invece che in un altro, perchè proprio a noi e non ad altri. I problemi nascono per farci capire che dobbiamo trovare altri percorsi per raggiungere i nostri obiettivi e spesso ci rendiamo conto che sono gli obiettivi stessi ad essere poco chiari, adeguati o pertinenti con quello che la nostra essenza ci chiama a vivere.

L’origine della crisi: i problemi. Ma dove sta il problema allora? La crisi in genere ci crea dei problemi, ma la crisi a sua volta è generata da problemi: in sostanza il problema è il problema di se stesso. Che fare allora? Impariamo a riconoscere i problemi, ad affrontarli personalmente, a risolverli e ci troveremo più abili nel vedere con chiarezza la nostra vita e ad avere sempre meno problemi non risolvibili, ma sempre più problemi che affrontati e risolti ci consentono di crescere. Porteremo alla collettività tanta positività e voglia di crescere, con meno intrallazzi problematici, più chiarezza, più trasparenza e più leggerezza nel vivere la vita di interdipendenza: un problema non risolto ti rende schiavo di colui che è capace di risolverlo. Ma la fiducia che lega noi stessi al prossimo ci consentirà di affidarci serenamente alle persone e magari di imparare e far imparare. Colui che ha tanto può dare tanto. Questa società in crisi ci sta dando varie opportunità per poter capire l’importanza di raggiungere la consapevolezza del vivere la nostra esistenza e noi, una volta compresa, la dobbiamo trasmettere ai nostri figli, e  a tutte quelle persone di buona volontà, che vorranno iniziare un cambiamento, qui e adesso. NOI SIAMO L’ORIGINE.

                                   

                                        20.000 LEGS  

20.000 legs sotto i mari, sopra i mari, sulla terra, nei cieli…ovunque!!!

il faro

Quando il buio arriva…il faro illumina…

Siamo in tanti e ovunque sulla terra, ma non sappiamo di esistere come identità. Legione del Sole vuole rappresentare questa identità su cui poggia un faro, che è il riferimento e l’indicatore del nostro cammino. Persone che condividono le stesse idee, che hanno raggiunto la consapevolezza di cui abbiamo parlato e di cui parleremo ancora, persone che vogliono cominciare a proporre determinati valori e che ogni giorno vivono nella ricerca della verità, al fine di migliorare la loro vita e di riflesso quella della collettività…20.000 persone ci sono, ma arriveremo a 100.000 e più…perchè siamo in tanti a credere nella forza delle idee di consapevolezza. Però conveniamo che i primi saranno pochi, l’esempio viene dato dai più virtuosi: non è da tutti vivere dimostrando che si può dare anche senza ricevere. Solo la ricchezza interiore ti consente di farlo, di vivere alimentando la vita con amore incondizionato, eliminando l’egoismo individualista che impoverisce l’anima e danneggia lo spirito vitale.

 

Sempre alle origini, quando era il verbo: è come se fossero partite onde nefaste che permeando alcuni popoli del creato, abbiano prodotto in questi delle strane forme di megalomania e delirio di onnipotenza su tutte le forme di vita appartenenti al pianeta Terra. E la confusione cominciò a regnare.

Legsol

Ascolta…

Buon viaggio!

 

 

Pensieri di Luce

 Il sole splende per tutti: e la luce sia.

sole

Se non lo vedi…o guardi le nuvole o forse è l’ora di dormire.

Un saluto a tutti voi che visiterete ed entrerete nell’angolo riservato al nostro giardino interiore. Chiariamo subito – come ci piace la parola ‘chiarire’, dare luce, illuminare – e qui affermiamo che vogliamo già metterci alla prova, che la prima cosa da evitare è quella di farci suggestionare negativamente dalla parola interiore, che potrebbe darci la sensazione di qualcosa che sta dentro e quindi buia, dove la luce fa fatica ad entrare. Nel nostro giardino c’è sempre il sole, è lui che detta i ritmi delle nostre giornate e scandisce quello che noi consideriamo il tempo e ci aiuta quotidianamente  nella coltivazione delle piante del nostro bel

giardino di monet

Il giardino di Monet

giardino, dal fiore colorato, magari profumato, all’albero da frutta, alla grande quercia. Sono le nostre virtù, che in quanto uomini siamo chiamati a coltivare ed alimentare: amore per la vita e amore incondizionato, onestà, lealtà, solidarietà, altruismo, gioia e serenità da condividere e le altre aggiungetele voi. Emozioni che aiutano a vivere la vita, che richiedono la volontà di agire verso la creazione di situazioni che siano favorevoli alla vita stessa. Tutto si lega alla capacità di trovare un equilibrio armonico tra noi esseri umani e la natura in cui viviamo, capire quando stiamo veramente bene, e non solo per periodi brevi – il classico fuoco di paglia – ma per lungo tempo: il vero benessere, l’armonia tra individuo e natura, ci regala l’eternità, ma dobbiamo esserne consapevoli. Allora inizieremo a capire che grande opportunità ci viene offerta quando troviamo il tempo per entrare nel nostro giardino e cominciamo a seminare fiori profumati o dai variegati colori, alberi dai buoni frutti e alberi che diverranno maestosi e utili compagni di vita, quella vita che volteggiando attorno a noi aspetta solo un nostro saluto di riconoscimento. Arriverà il momento in cui distingueremo le erbacce infestanti e le porteremo verso altre terre, in altri prati, perchè al momento il nostro sta richiedendo delle specie diverse; ci preoccuperemo di tenere lontani insetti dannosi o animali invadenti, che potranno recarsi altrove per la loro esistenza. Dobbiamo diventare

fiori

I fiori esprimono la bellezza della vita

dei bravi seminatori e coltivatori per poter percorrere il cammino della nostra vita, perchè ci stiamo accorgendo che siamo chiamati ad  una continua crescita, ma spesso non riusciamo a focalizzare l’obiettivo e le nostre azioni si perdono nelle banalità stagnanti e insoddisfacenti che i modelli sociali ci propongono. Ma i modelli sociali li creano sulla base delle nostre debolezze, e quindi siamo sempre lì: è colpa nostra, si, dipende sempre tutto da noi. Come è strana la vita: siamo noi che creiamo le nostre insoddisfazioni. Dobbiamo quindi resettare tutto, partire da zero e parlare in modo chiaro a noi stessi: la volontà di acquisire sempre più abilità e capacità nel coltivare il nostro giardino interiore dipende da noi. Sta a noi vedere la luce, perchè il sole splende per tutti, anche quando noi non lo vediamo lui c’è (per fortuna) e mai come in questa epoca abbiamo avuto ed abbiamo la possibiltà di fare esperienze di vita che ci portano a capire quanto possa essere bella e gradevole, oppure misera e nefasta se la interpretiamo esclusivamente in chiave egoistica/individualistica. L’era dell’informazione diffusa: non serve studiare tanto per capire come farci del male (vedi atomica). Serve esclusivamente capire la Triade di Luce, e da essa cominciamo a produrre tutti i nostri pensieri di luce. La libertà d’informazione ci consente di sapere che in questo pianeta siamo in tanti ad abitarlo. In nessuna altra epoca fino ad ora conosciuta  siamo stati così tanti – 7 miliardi di esseri viventi – e mai si sapeva quanti fossero gli abitanti della terra. Un potenziale umano di incredibile proporzioni, se pensiamo a quanta energia positiva si potrebbe produrre. Purtroppo non siamo tutti sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda, cosicchè invece di un cammino di crescita felice, sotto la comune bandiera dell’ “aiuta la vita a vivere” e quindi l’essere umano nel suo evolversi, ci lasciamo conquistare dai miti di una società falsamente lanciata nel futuro grazie

cagnolini in giardino

Ma dov’è il meraviglioso progresso?

al progresso, nato dalla massima fiducia che nell’era moderna abbiamo dato alla tecnologia. Per rimediare a quest’eccesso tecnologico qualcuno ci propone invece una decrescita felice: l’idea è buona, solo il termine è inappropriato. Noi di Legione vediamo l’epoca attuale con ambizioni differenti, dove ci viene data la possibilità di sperimentare la vita sotto tanti aspetti, è un’opportunità che deve essere colta affinchè ciascun individuo possa migliorare il suo percorso di crescita. Dobbiamo ripartire dalla fonte primaria della vita: la luce che viene dal nostro sole. Qui è l’origine. Questo è il pensiero di Legione del Sole: la Triade di Luce ci indica il percorso. Con i pensieri di luce cammineremo sul giusto sentiero, per arrivare alla consapevolezza della Grande Visione.

Diciamo che è l’epoca in cui i popoli occidentali hanno conosciuto una pseudo libertà apparente: quando eravamo popoli col 95% di ignoranti non avevamo possibilità di avere maggiori pretese nei confronti di chi ci governava  e subivamo il potere costituito senza tante speranze di rivalsa. Quando è arrivata un pò di cultura abbiamo capito che coloro che ci governano non hanno l’investitura divina, sono esseri umani come noi (con tutto rispetto per David Icke): tutti abbiamo pari diritti e doveri nella società in cui viviamo, tutti abbiamo il diritto all’esistenza. Noi occidentali siamo quindi stati imbrigliati nel sistema economico produttivo: lavoro, produzione, consumo. Gli altri popoli prima dell’arrivo dell’uomo bianco occidentale, vivevano con dignità la loro vita, poi sono stati conquistati, schiavizzati, o imbrigliati nel sistema economico produttivo che è stato esportato in tutto il mondo. Ma ora la pseudo libertà avuta con la modernità sembra vacillare, non ci gratifica più, sembra una beffa: ci sentiamo un pò schiavi di un sistema che si sta rivelando una vera bufala per gli esseri viventi. Abbiamo, non sempre, la sensazione di vivere delle gratificazioni meravigliose perchè lavoriamo, produciamo e guadagnamo (ora con la crisi un pò meno…), ma non sappiamo nulla di chi ci ha dato la possibilità di mangiarci una buona mela, del buon pane o della gustosa carne: i beni di prima necessità, senza i quali non potremmo sopravvivere. Questo sistema economico sembra troppo macchinoso, troppo energivoro e poco sostenibile, inoltre è in grado di creare miseria e povertà. Che abbia le ore contate? Ci chiediamo se possa esistere un sistema migliore: probabilmente si, e siamo sicuramente noi, tramite persone oneste e di buona volontà che studiano la vera economia, che dobbiamo escogitare e inventare nuove teorie e soluzioni. Tutto qui: i binari da seguire sono sempre quelli che passano per la Triade di Luce. L’attuale sistema economico si è spinto troppo oltre e sembra ormai fatiscente, in quanto creato su basi fragili (sistema monetario e la finanza che lo usa) e idealizzando principi contrari alla vita e al rispetto della natura. Forse vorremmo tutti un cambiamento: facciamo un’esame di coscienza e cominciamo ad agire per creare situazioni che ci portino verso la visione di quella civiltà che tutti ci meritiamo, per poter vivere dignitosamente ogni percorso di vita che ciascuno di noi è destinato a raggiungere. La nostra mente che si è fatta ingannare, ora ci può anche aiutare: deve cominciare a lavorare per donare energia ai valori che sono sacri alla vita. Cominciamo a voler rivivere puntando a valori come l’onestà, lealtà, la solidarietà, la ricerca della serenità interiore. Qualcosa dentro di noi ci aiuterà a cambiare in meglio, e saremo più felici. Lasciamo che il sole ci illumini: la luce che ci permea entrerà in noi, filtrata dai nostri pensieri consapevoli e produrrà quelle attivazioni del nostro dna che sono già programmati dalla vita stessa. Consapevolezza è la parola d’ordine. Vedremo strada facendo…

cagnolino in giardino

Mi sento incompreso…mi sa che dobbiamo scambiare due parole!

Cominciamo a coltivare il nostro giardino interiore. Cominciamo a relazionarci più spesso con la natura attorno a noi: cominciamo a parlarle. Quando potete parlare con un cane fatelo, quando potete parlare con un gatto fatelo, quando potete parlare con un fiore fatelo, quando potete parlare con un albero fatelo..quando non vi rendete conto che state parlando con un uomo…allora fermatevi.

Pensieri di luce a tutti voi,

Ascolta…

 

Legsol