Justin e Barack: 5′ rivoluzionari

                          DUBBI E COLORI

Come potrebbero rendere un gran servigio al nostro pianeta Terra, a madre Natura e a tutta l’umanità, persone come il cantante canadese Justin Bieber ed il presidente USA Barack Obama? Viaggio verso la ricerca della volontà-coraggio per nuove sfide all’ignoto (dubbio).

einstein e i dadi

I dubbi fanno parte della crescita evolutiva

Abbi dubbi è una filosofia di vita che noi di Legione amiamo e condividiamo, anche se consapevoli che vivere nelle certezze è una gran bella cosa, avere sicurezze aiuta a vivere molto meglio. Per contro avere dubbi, vivere ponendosi domande e cercare delle risposte è sicuramente meno semplice. Ma solo così si cresce, meglio ancora se nella ricerca di una presunta verità. E’ una scelta, a volte scomoda, a volte può essere necessaria, spesso è d’obbligo. Noi riteniamo che in certi momenti della vita sia la soluzione a situazioni apparentemente incomprensibili, disastrose, confuse e contorte. Fare luce è sempre la scelta migliore, ovviamente cominciando da noi stessi. Legione ha sempre sostenuto che il periodo storico che stiamo vivendo è molto particolare, dove la tecnologia sembra sia diventata la nuova religione, che ci aiuta a vivere con l’idea del buon progresso. Per contro sembra che la vita sulla Terra sia a rischio estinzione, causa inquinamento, aumento demografico, risorse insufficienti, ed una mente che sembra evolversi verso la sua massa critica, dove troverà il suo punto di esplosione, o meglio di implosione (infelicità, depressione…con prozac e psicofarmaci che ci coccolano). L’epoca dell’uomo digitale e super tecnologico è un periodo dell’esistenza umana (sono gli umani che creano tecnologia) che ci dovrebbe far riflettere sulla demenzialità delle scelte che con l’elaborazione intelligente che proviene dalle nostre evolute eminenze grigie – portiamo loro luce che contiene i 7 colori dell’arcobaleno – stiamo continuamente creando ed alimentando senza sosta e respiro. Alt! Ogni tanto 5 minuti per fermarci e fare una riflessione: ma dove ci stiamo dirigendo? Abbi dubbi…La nostra epoca tecnologica ci invita a riporre fiducia ciecamente nel progresso generato dalla tecnologia (razzi che arrivano sulla luna, sonde spaziali che arrivano fino a Nettuno…sarà vero?) e fin dai primi anni scolastici ci vengono insegnate delle verità e certezze che non lasciano spazio a dubbi: con questo tipo di educazione avere dei dubbi significa essere usciti dal seminato (sei un diverso, ti escludi socialmente), da un percorso di conoscenza già prestabilito dalle autorità. Avere dubbi irrisolti può significare vivere con ansie, timori e paure.

la scimmia e la mente

Evoluzione…Arriveremo alla super mente?

Perdiamo quindi la volontà e la capacità di ricercare risposte più giuste e veritiere in merito ai problemi della nostra vita. La paura ci porta ad accontentarci e seguire la massa. Diventiamo incapaci di ricercare e vivere la realtà vera. Al contrario Legione crede che il dubbio sia un’opportunità per creare una mente superiore, più consapevole, e che il 21° secolo offra all’umanità la possibilità di fare il salto di coscienza. Possiamo ricercare tante risposte ai nostri dubbi grazie alla tecnologia internet – se utilizzata in modo intelligente -, le informazioni dilagano, però attenzione a non perdersi in questo mare, si corre il rischio di andare alla deriva e perdere la rotta di navigazione che è il percorso della nostra vita. Noi di dubbi ne abbiamo tanti, ma vi è una certezza (del dubbio illuminante): il mistero della vita trova risposte sicuramente nella Triade di Luce. Sole, luce e amore, ci accompagnano in un cammino dove il dubbio ci apre le porte alla consapevolezza.

Ora veniamo a Justin e Obama.
Nei 5′ in cui fermiamo la nostra mente e lasciamo che si espanda al tutto cosmico, facciamo un piccolo lavoro di fantasia sostenuto da ferrea immaginazione e cominciamo far vivere i nostri due personaggi affinchè collaborino, dedicando 5′ della loro vita, per dare un forte segnale di cambiamento per l’umanità, in linea con le forze di amore della vita. Justin Bieber è giovane, ed è quindi molto seguito da un pubblico di govanissimi; possiamo considerare anche Miley Cirus, altra cantante USA, ex Hanna Montana nell’omonima serie tv, seguitissima da un pubblico giovane; in Italia abbiamo Emis Killa, rapper molto seguito dai giovani, e tanti altri personaggi simili potremmo citare. La cosa che ci interessa è che tali personaggi hanno un forte ascendente su un pubblico molto giovane, e noi sappiamo che i giovani sono sempre stati il futuro dell’umanità, sono coloro che hanno il forte potenziale per ridisegnare il futuro della vita sulla Terra. Ai giovani manca solo l’esperienza e la consapevolezza che da essa deriva (dovrebbe) per poter delineare delle regole di vita più in linea con la gioia vera del vivere in armonia con la natura che ci circonda. Ma se qualcuno non li educa a questo, non avremo mai un cambiamento favorevole allo sviluppo di una civiltà che sia più rispettosa nei confronti della vita stessa. La popolarità di Justin negli USA, ma anche nel mondo, gli conferisce ascendente sui giovani e quindi potere su di essi, quindi Justin decide del nostro futuro. Barack Obama ha un potere più evidente, meno subdolo, da non confondere però col pseudo-potere che gli deriva dalla carica istituzionale di Capo dello Stato: come per Justin è il potere mediatico, che in Obama si fonde con quello istituzionale. Personaggi come Justin potrebbero creare delle super menti nei nostri giovani, abituandoli al dubbio, alla ricerca di nuove verità; se diventassero come dei poeti cantastorie, componendo brani in cui si parla di amore per la natura, di racconti mitologici narranti avventure di personaggi legati alle divinità antiche e tra queste e Sole, Terra e pianeti; messaggi d’amore per la vita, l’umanità, la verità storica e scientifica; se così fosse, le menti dei nostri giovani sarebbero stimolate alla ricerca di una vita più reale e meno virtuale, cercando di capire come sia possibile che la Terra sia contenta di ospitare esseri umani tanto demenziali che la intossicano in maniere indiscriminata pensando di non pagarne il dazio. La mente non resterebbe ingabbiata da quattro fugaci urla tecnologiche e non avrebbe paura nel ricercare soluzioni a dubbi, divenendo una super mente dedita alla consapevolezza; al contrario i nostri giovani spesso subiscono passivamente i messaggi amplificati e veicolati dalla tecnologia, che porta ad effetti catartici inconcludenti e quindi vanificatori di crescita evolutiva, degradando l’essere umano (in quanto essere intelligente che ricerca la sua divinità) e portando infine solo spazzatura e tossicità, inquinando le giovani menti . Potremmo creare i presupposti per una civiltà superiore nel prossimo futuro, partendo da ora. Il tutto con una canzone di 3.20′ di Justin ed un discorso di Obama di 1.40′ in cui parlando ad un vasto pubblico dica “…ho ascoltato Justin Bieber e mi è piaciuto tantissimo, le mie figlie lo adorano e mia moglie lo ascolta tutte le mattine mentre fa colazione…ecc…”. In 5′ Justin e Obama avrebbero gettato le basi per una rivoluzione culturale potremmo dire quasi mondiale. Qui finisce il nostro sogno e

la vita e i colori

La vita è colore…i colori ci aiutano a vivere: tutto è luce.

purtroppo per l’umanità persone come Justin e Obama si accontentano di mantenere una piccola mente che però alimenta un grande ego…e soprattutto un bel portafogli. Loro stessi vedono in bianco e nero (ego e soldi), come coloro che gestiscono il business di cui fanno parte: queste persone non riescono più a vedere la vita vera, ricca di emozioni vere, sentimenti e amore. Vivono nel buio del loro ego e quindi non vedono più la luce, neanche i colori di cui essa è composta. La vita ha bisogno delle svariate tonalità di colori che madre natura le offre. La vita è anche e soprattutto colori e suoni, che ci donano emozioni. E la musica di Justin ci dona sane emozioni? Forse ascoltandola con consapevolezza, ma già significa mettersi sulla difensiva! E i nostri giovani…sono disarmati.

Noi vogliamo vedere l’arcobaleno, le nostre menti (eminenza grigia, sa di apatia) le vogliamo colorate, perchè devono diventare super menti in grado di apprezzare e ricercare la vita con tutti i suoi colori. Diamoci da fare affinchè i futuri Justin o Obama riescano a vedere la bellezza dell’arcobaleno. Parlane con un tuo amico e raccontagli la storia.

Se concordi con le nostre idee mandaci un pensiero, ma prima assicurati che la tua eminenza diventi colorata.

Buone cose,

Legsol

INNO AL SOLE

VERSO IL 2014 ARMATI…DI BUONE INTENZIONI

Un caro saluto a tutti voi che vi siete sintonizzati sulla nostra vitale lunghezza d’onda. Un altro anno ci sta lasciando ed in sostanza tutti ci apprestiamo a cambiare il calendario, l’oggetto che materializza il tempo, l’invenzione umana che ci dovrebbe aiutare a capire che esiste l’eterno, ma di cui spesso ci dimentichiamo. Solo quando finisce una vita allora ci ricordiamo della nostra fuggevolezza e transitorietà di questa esistenza terrena.

La nostra presenza su internet ha subito uno stop, ma appena possibile riprenderemo il nostro percorso verso l’Eterno, seguendo il cammino già proposto della Triade di Luce. Legione è sempre presente e vuole essere testimonianza di tutte le menti libere collegate amorevolmente con i loro cuori, di tutti coloro che con lungimiranza riescono a vedere la nuova civiltà che nascerà. Una grande visione che deve accomunare e unire nell’intento moltissime persone: sarà una tappa obbligata dell’evoluzione umana. Spetta a noi realizzarla, salvo catastrofi naturali o generate dall’uomo, di cui abbiamo già accennato in precedenza.

Ecco un piccolo pensiero di fine anno per ricordare l’amico Sole. Dopo il solstizio invernale del 21 dicembre le giornate si allungano, il Sole simbolicamente si risveglia e la luce ci pervade con maggior intensità. Con la Notte di Natale tanti pensieri d’amore si sono incontrati nell’etere che ci circonda, tutti focalizzati nella figura del Cristo, la Nuova Luce, e sarebbe buona cosa manifestarli quotidianamente, durante il cammino della nostra vita: il cammino di luce, considerando che tutto si risveglia grazie all’amico Sole. Attraverso la sua presenza si compie l’evoluzione della vita sulla Terra: dobbiamo approfittarne finchè lui ce lo consente. Non sia mai che una nuova era Glaciale si ripresenti, ci colga impreparati e ci riporti ancora a dover ripetere le stesse esperienze, ricominciando da una civiltà più o meno primitiva. Armiamoci di buone intenzioni e cogliamo la bontà di questo inno:

Caro sole, sei luce che risveglia il mio cuore
      lo riscalda portando vita e amore
Si caro sole, seguo il tuo consiglio,
       emanando gioia e amore la vita in me si compie
al batter di un ciglio.
Sotto i tuoi raggi mi illumino e risplendo
    e tra la gente camminando sento il mondo che a me sorride.
Evanescente il tempo evade,
        mi ritrovo avvolto e piacevolmente rapito
dall’Amore eterno che è nostro grande amico.
Qui regna l’essenza del Significato:
      il nostro Dio, che è il Tutto.
Grazie, caro Sole.

Stato ALFA

Grande potere in noi: il CAMBIAMENTE

druido

Druido, il sapiente…sotto a chi tocca, senza timori e paure…fede,fede,fede…la paura è fede malriposta.

Ricordando ai nostri lettori che passo dopo passo, siamo sempre alla ricerca della verità: la verità ci renderà liberi, di sentirci legati (al tutto).

Alla ricerca del vero centro di potere che risiede in noi: lo stato alfa. E’ il cammino verso la grande visione che continua con fede, e percorrendolo diventiamo consapevoli dell’opportunità che abbiamo di diventare come i grandi sciamani o gli eccelsi druidi.

Ebbene si, Legione del Sole avrebbe il grande desiderio che tutti gli esseri umani scoprano la grande forza interiore che madre natura ha celato dentro ogni persona affinchè si realizzi la grande trasformazione che deve portarci verso la spinta evolutiva che la vita richiede a tutti noi. Si parla spesso e a volte in modo poco consapevole, magari superficiale, di cambiamento, soprattutto quando le cose si mettono male, in tempi di crisi poi non ne parliamo: nascono le mode della new age e degli stili di vita e pratiche alternative, delle sette, delle comunità autonome e via dicendo. Noi proponiamo il CAMBIAMENTE, ossia per ottenere dei cambiamenti in noi e che si riflettano poi nella società, dobbiamo pensarla diversamente, dobbiamo “mutare mente “, altrimenti tutto rimane nello status quo. Ciascuno a casa sua, senza necessità di lobby, sette, movimenti, partiti ecc…Vedremo che potrà nascere poi in modo spontaneo e naturale una matrix collettiva, questa sarà la nostra casa, il nostro gruppo, dove attingere energia per il nostro cammino dopo aver capito l’importanza della connessione attraverso la consapevolezza.

Come già accennato in altri articoli e nelle presentazioni sintetiche dei nostri pensieri ed idee, ci pare inevitabile che l’umanità attuale abbia creato ormai le premesse per la sua dissoluzione, e quindi siamo in attesa dell’avvento di una nuova civiltà. Noi ci auguriamo che sia un avvento graduale, guidato dalla consapevolezza degli esseri umani, e che non sia una forzatura dovuta a eventi catastrofici causati dall’uomo (guerre nucleari, batteriologiche-chimiche, spaziali) o extraterrestri (meteoriti, terremoti, diluvio universale, onde galattiche). I primi li possiamo gestire noi, mentre i secondi sono eventi incontrollabili, che dipendono dalle forze in gioco nell’universo. Per governare i primi – dato che per i secondi abbiamo poche possibilità – noi stiamo proponendo un cammino di consapevolezza, quello verso la grande visione, attraverso i pensieri di luce nella triade di luce. Nel cammino di crescita per l’acquisizione della consapevolezza non possiamo non considerare una grande opportunità di cambiamente, ossia lo stato alfa. Ne facciamo un breve cenno.

Perchè STATO ALFANon si intende lo stato in senso giuridico, ma in senso psico-fisico. E’ ormai risaputo da tempo che attraverso un elettroencefalogramma (EEG) è possibile misurare i cicli delle onde cerebrali, e che nell’estremo oriente, in particolare gli yogi, già sapevano da migliaia di anni (senza bisogno di EEG) che la frequenza cerebrale naturale dell’essere umano è la frequenza alfa, ossia circa 8 Hz. E’ uno stato di riflessione, di meditazione, di rilassamento, la mente è attenta, presente, centrata, favorevole all’assimilazione: siamo nella coscienza interna, ma ancora non profonda (theta, quella prima del sonno, la delta). In questo caso la scienza ci viene in aiuto, garantendoci che queste onde esistono e che il cervello degli esseri umani presenta queste caratteristiche verificabili sperimentalmente. Che grande aiuto per tutti coloro che non hanno avuto un maestro yogi, o esperienze di vita tali che li abbia aiutati a capire l’importanza dello stato alfa.

Perchè è importante. Se noi cominciassimo ad entrare nell’ottica di idee che il miglior equilibrio armonico dal punto di vista psico-fisico-energetico è quello in cui l’organismo viene gestito da un cervello che emana onde cerebrali alfa, allora tutti noi probabilmente cominceremmo ad incamminarci sulla strada dello yogi. Attraverso il rilassamento, la meditazione, il training autogeno, la vera preghiera,il tai-chi, e tutte quelle attività che favoriscono gli 8 Hz, che ci portano col tempo ad avere un contatto diretto con la nostra coscienza interna, a navigarla in lungo e in largo, a parlare con la nostra essenza sempre più profonda: il nostro centro vitale, collegato sottilmente col nostro DNA, che è la nostra matrix interiore. Il dna esprime la vita e dà la possibilità ad ogni persona di interagire con lui al fine di creare il processo evolutivo: ogni essere vivente deve collaborare con il suo dna, ed è questa consapevolezza il vero e unico potere che ogni vivente dovrebbe ricercare, l’energia che plasma la vita. Non abbiamo comunque svelato il grande mistero della vita, che per noi rimane ancora col suo fascino indecifrabile. Arrivati alla nostra matrix, allora cominciamo a capire cosa voglia dire collegarsi col tutto, sentirsi parte unica del grande universo, un tutt’uno con le energie cosmiche che pervadono l’esistenza nell’universo: è qui che scatta l’immortalità. Però sssssttttt…non fatelo sapere troppo in giro, tenetelo per voi e cominciate a diventare sciamani. Arriveremo a 20.000 e molti ancora. Purtoppo per noi (dipende dai punti di vista), il modello sociale che ci viene proposto ci porta molto lontano da questo modello che presuppone la focalizzazione su una scala di valori completamente differente, in quanto le condizioni di vita frenetica, materialistica, che genera molte ansie, preoccupazioni, stress, allontanamento dalla natura e dai suoi ritmi, il tutto contribuisce a far permanere il nostro cervello in condizioni beta, frequenze più alte, sopra i 15 Hz, che sono poi le condizioni di stress del nostro organismo (stress negativo, subito e non controllato). Le condizioni beta ci portano ad avere poca chiarezza, poca lucidità, visione della vita appannata: non ricerchiamo ciò che veramente ci appaga e ci fa bene. Il denaro (un esempio di valori malriposti, ma socialmente accettati) ci viene imposto come simbolo di potere e se non ne hai sei perso. In realtà il vero centro di potere è dentro di noi, ma quando tutti credono che sia il denaro, allora la nostra ricerca si sposta al di fuori, e perdiamo la possibilità di ricercare la nostra vera forza, la nostra essenza, ciò che potenzialmente ci governa e comprendendolo possiamo migliorare la nostra salute, la nostra vita. Il sistema in cui viviamo ci crea una matrix che mira ad allontanarci dal nostro centro di potere, ed in questo stato (energie beta) noi contribuiamo ad alimentare la matrix imposta. Non serve molto per spezzare questo circolo vizioso, basta focalizzare la nostra volontà verso la fede nello stato alfa. Quotidianamente dobbiamo dedicare qualche minuto a queste riflessioni, all’importanza di fare del bene a noi stessi, alla nostra vita che vuole vivere veramente, in salute, per poter godere della vita manifesta, e non per vivere fingendo e simulando false emozioni, falsi sentimenti: spesso ciò che facciamo non ci gratifica, quindi spingiamoci alla ricerca di ciò che veramente può farci del bene e darci soddisfazioni. Focalizziamo la nostra volontà sul perseguire veri valori, onestà, ricerca della verità, del bene per la vita, dell’amore incondizionato…seguiamo la triade di luceSiamo favorevoli all’accendere una piccola candelina, come rituale che fortifichi quotidianamente la focalizzazione della nostra volontà su questi obiettivi: accendiamo tutti una candela che ci aiuta ottimizzando il collegamento tra la matrix pura (dna) e quella da noi creata che va ad alimentare la matrix eterica che si accumula ad anello attorno la nostra Terra. E’ la matrix del grande gruppo degli esseri umani, quella che ha bisogno della nostra consapevolezza volontaria, che ci aiuta nel completare la coscientizzazione verso la vita evolutiva di tutti gli esseri viventi del pianeta Terra. Noi la alimentiamo e di riflesso ci dona continuamente energia per proseguire il nostro cammino di crescita..

Il grande CAMBIAMENTE. All’alba del terzo millennio, di fronte alle tante incertezze che emergono vivendo in questa società evoluta, generate da un falso e deviante modello di vita collettiva, la ricerca dello stato alfa come obiettivo quotidiano da raggiungere è già un primo passo verso quei piccoli cambiamenti evolutivi che la vita ci richiede. Noi di Legione del Sole siamo convinti che l’essere umano abbia ormai nelle sue mani, o meglio nella sua mente, le potenzialità per creare una grande matrix collettiva, che deve nascere dalla spinta proveniente dalla nostra volontà di crescere. Perchè crescere? Quando sei bambino sai che devi crescere, e quando poi sei adulto e cresciuto…devi ancora crescere. Sì, questo è il mistero della vita: ha sempre bisogno di crescere, è in espansione. Eccolo il mistero, e tale rimane. Possiamo notare che normalmente la vita si rende manifesta grazie all’unione di maschio e femmina, che portano ciascuno il proprio seme con le informazioni per il nuovo essere che nascerà: codici che si uniscono e formano il Dna (se quanto dice la scienza è vero). Una forma energetica intelligente che permea l’universo (dio o qualsivoglia divinità) e che è il tutto, alimenta la vita intesa come le nostre esistenze attraverso materia quale il Dna. Esso è governato dai principi e dalle leggi di questa intelligenza universale, e aspetta di essere utilizzato per alimentare la crescita evolutiva della vita stessa, dell’esistenza che è di ogni essere vivente. Il cerchio si chiude quando la nostra mente riesce a percepire e ad essere consapevole del proprio Dna e quindi della matrix universale, la quale ha come obiettivo di espandersi attraverso le esperienze di crescita evolutiva di ogni essere vivente. E’ importante realizzare il contatto con il nostro Dna, il nostro divino, la nostra essenza, al fine di realizzare al meglio il progetto di vita che il divino universale sta creando: l’amore che ci dona gioia, felicità, serenità. Seguendo questi valori la vita vive e si espande, diversamente saranno problemi e malattie, e sarà necessaria sempre maggior consapevolezza fino a quando si giungerà a sentirsi parte del tutto, delle energie cosmiche che plasmano l’universo: con la morte si completa un’esistenza e ci si ricollega al tutto. Quanto avremo contribuito nel migliorare la vita? Tutto ciò che abbiamo dato è registrato e alimenta la matrix universale, a disposizione delle esistenze future. Noi dobbiamo diventare creatori come il divino, tramite la consapevolezza dell’azione sul Dna che aspetta solo di essere da noi interpellato e utilizzato, se così vogliamo dire. Ci viene concesso il libero arbitrio, il potere di creare la nostra esistenza: a noi la scelta…la possibilità c’è. Noi siamo il tutto, ma per comprenderlo e divenirne consapevoli dobbiamo essere in grado di affrontare le paure della nostra mente. Dobbiamo liberarci delle nostre paure e ciò non è possibile se una mente viene male utilizzata, oppure condizionata negativamente, le sue potenzialità giocano contro la nostra crescita evolutiva, ci bloccano, diventiamo schiavisti di noi stessi. Noi di Legione proponiamo i pensieri di luce, agire nella triade di luce, per raggiungere e conquistare giorno dopo giorno la vera consapevolezza. Diceva un grande R. W. Emerson: “Chi crede di poter conquistare, conquista.”  E’ importante AVERE FEDE (la solita che sposta le montagne).

La vita si serve del Dna per replicarsi,e noi che siamo l’espressione della vita attraverso il mezzo Dna, siamo quindi questa energia intelligente quanto misteriosa, che aiuta se stessa interagendo con il suo Dna. Capiamo che l’equilibrio armonico in noi favorisce la massima espressione delle potenzialità vitali del nostro Dna, e che siamo alla ricerca di questa energia positiva attraverso esperienze della vita che ci portano ad una sempre maggior consapevolezza di questo importante collegamento con il nostro codice interiore, la nostra centrale di potere. Qui tutta la nostra vita viene registrata e tramandata alle generazioni successive. Quante volte ci riconosciamo in alcuni atteggiamenti, reazioni, comportamenti, capacità e affinità che appartengono al vissuto dei nostri genitori, nonni, bisnonni, zii ecc…? La loro esperienza ci è d’aiuto, rimane registrata dentro di noi, anche quando loro sono morti, e noi la trasmettiamo ai nostri figli. La vita si nutre di esperienze che la aiutano a vivere. Sta a noi ricercare ciò che aiuta a vivere e fa bene alla vita. All’alba del terzo millennio ci rendiamo conto che questa nostra centralina vitale viene presa di mira e sabotata dal sistema (anche con tecnologie tipo HAARP, oltre che sul clima…potrebbe avere effetto anche sulle menti). Dobbiamo cercare di riappropriarcene, in particolare noi popoli di società industrializzate, che abbiamo perso la semplicità di vivere la vita causa perdita del contatto con la natura, che viviamo ormai nell’ombra del dio denaro, del mito del progresso, falsi valori che ci allontanano dalla nostra essenza, dalla nostra verità di vita: senza quei valori sembra che la nostra vita sia qualcosa di misero, insignificante. Niente di più falso. Questa è la loro matrix, il film che vogliono farci vivere, ma noi dobbiamo creare una nostra matrix, partendo da questa consapevolezza e creando un’epidemia di stati alfa, consapevoli che l’arma dell’amore è una grande forza vitale a nostra disposizione. Ripariamo quindi fiduciosi e ben motivati nello stato alfa, il grande CAMBIAMENTE e puntiamo ogni tanto agli 8 Hz, cercando di entrare in risonanza con la frequenza base della Terra che era anch’essa di 8 Hz (risonanza di Schumann), ma ultimamente sembra che si stia alzando un pochino, verso gli 8,6 Hz. Se poi diventeremo padroni della vibrazione alle alte frequenze potremo lasciare lo sciamano ed il druido alla gestione consapevole della società e noi imiteremo i lama tibetani nella loro contemplazione del levitare. Anche qui sembra che esistano basi scientifiche, non ancora capite bene, ma qualcuno le sta studiando (già il grande Tesla aveva scoperto qualcosa in merito, ma ssstttt…lasciamo che studino loro) e qualcuno ci arriva involontariamente, come spesso è accaduto per molte grandi scoperte scientifiche. Vedere l’effetto Hutchinson.

Concludendo: come druidi, sciamani o uomini di grande spiritualità, preghiamo e meditiamo per risvegliare il nostro potere interiore, al fine di ottene forza e salute per creare ed alimentare una grande matrix collettiva e raggiungere la consapevolezza della grande visione. E’ il grande salto verso una nuova civiltà (quella degli immortali), dove timori e paure non esistono perchè prevale una grande fede, quella che sposta le montagne. Ricordiamo che le paure non sono altro che un uso negativo della fede, una fede malriposta. La vera fede ci aiuta ad essere creatori di nuova vita: la crescita evolutiva.

La grande visione aleggia sui popoli all’alba del terzo millennio: forza e coraggio a tutti coloro che hanno raggiunto una certa consapevolezza ed hanno la volontà di perseguire il cammino verso la grande visione, verso la civiltà degli immortali (ne parleremo). Informiamo il prossimo che tutti assieme possiamo creare la nostra matrix collettiva: già siamo in 20.000, ma ancora non lo sappiamo. Ma quando arriverà il grande risveglio ci troveremo molti, ma molti di più.

Alla prossima, augurandoci una catastrofica EPIDEMIA ALFA,

Legsol 

Pensieri di Luce

 Il sole splende per tutti: e la luce sia.

sole

Se non lo vedi…o guardi le nuvole o forse è l’ora di dormire.

Un saluto a tutti voi che visiterete ed entrerete nell’angolo riservato al nostro giardino interiore. Chiariamo subito – come ci piace la parola ‘chiarire’, dare luce, illuminare – e qui affermiamo che vogliamo già metterci alla prova, che la prima cosa da evitare è quella di farci suggestionare negativamente dalla parola interiore, che potrebbe darci la sensazione di qualcosa che sta dentro e quindi buia, dove la luce fa fatica ad entrare. Nel nostro giardino c’è sempre il sole, è lui che detta i ritmi delle nostre giornate e scandisce quello che noi consideriamo il tempo e ci aiuta quotidianamente  nella coltivazione delle piante del nostro bel

giardino di monet

Il giardino di Monet

giardino, dal fiore colorato, magari profumato, all’albero da frutta, alla grande quercia. Sono le nostre virtù, che in quanto uomini siamo chiamati a coltivare ed alimentare: amore per la vita e amore incondizionato, onestà, lealtà, solidarietà, altruismo, gioia e serenità da condividere e le altre aggiungetele voi. Emozioni che aiutano a vivere la vita, che richiedono la volontà di agire verso la creazione di situazioni che siano favorevoli alla vita stessa. Tutto si lega alla capacità di trovare un equilibrio armonico tra noi esseri umani e la natura in cui viviamo, capire quando stiamo veramente bene, e non solo per periodi brevi – il classico fuoco di paglia – ma per lungo tempo: il vero benessere, l’armonia tra individuo e natura, ci regala l’eternità, ma dobbiamo esserne consapevoli. Allora inizieremo a capire che grande opportunità ci viene offerta quando troviamo il tempo per entrare nel nostro giardino e cominciamo a seminare fiori profumati o dai variegati colori, alberi dai buoni frutti e alberi che diverranno maestosi e utili compagni di vita, quella vita che volteggiando attorno a noi aspetta solo un nostro saluto di riconoscimento. Arriverà il momento in cui distingueremo le erbacce infestanti e le porteremo verso altre terre, in altri prati, perchè al momento il nostro sta richiedendo delle specie diverse; ci preoccuperemo di tenere lontani insetti dannosi o animali invadenti, che potranno recarsi altrove per la loro esistenza. Dobbiamo diventare

fiori

I fiori esprimono la bellezza della vita

dei bravi seminatori e coltivatori per poter percorrere il cammino della nostra vita, perchè ci stiamo accorgendo che siamo chiamati ad  una continua crescita, ma spesso non riusciamo a focalizzare l’obiettivo e le nostre azioni si perdono nelle banalità stagnanti e insoddisfacenti che i modelli sociali ci propongono. Ma i modelli sociali li creano sulla base delle nostre debolezze, e quindi siamo sempre lì: è colpa nostra, si, dipende sempre tutto da noi. Come è strana la vita: siamo noi che creiamo le nostre insoddisfazioni. Dobbiamo quindi resettare tutto, partire da zero e parlare in modo chiaro a noi stessi: la volontà di acquisire sempre più abilità e capacità nel coltivare il nostro giardino interiore dipende da noi. Sta a noi vedere la luce, perchè il sole splende per tutti, anche quando noi non lo vediamo lui c’è (per fortuna) e mai come in questa epoca abbiamo avuto ed abbiamo la possibiltà di fare esperienze di vita che ci portano a capire quanto possa essere bella e gradevole, oppure misera e nefasta se la interpretiamo esclusivamente in chiave egoistica/individualistica. L’era dell’informazione diffusa: non serve studiare tanto per capire come farci del male (vedi atomica). Serve esclusivamente capire la Triade di Luce, e da essa cominciamo a produrre tutti i nostri pensieri di luce. La libertà d’informazione ci consente di sapere che in questo pianeta siamo in tanti ad abitarlo. In nessuna altra epoca fino ad ora conosciuta  siamo stati così tanti – 7 miliardi di esseri viventi – e mai si sapeva quanti fossero gli abitanti della terra. Un potenziale umano di incredibile proporzioni, se pensiamo a quanta energia positiva si potrebbe produrre. Purtroppo non siamo tutti sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda, cosicchè invece di un cammino di crescita felice, sotto la comune bandiera dell’ “aiuta la vita a vivere” e quindi l’essere umano nel suo evolversi, ci lasciamo conquistare dai miti di una società falsamente lanciata nel futuro grazie

cagnolini in giardino

Ma dov’è il meraviglioso progresso?

al progresso, nato dalla massima fiducia che nell’era moderna abbiamo dato alla tecnologia. Per rimediare a quest’eccesso tecnologico qualcuno ci propone invece una decrescita felice: l’idea è buona, solo il termine è inappropriato. Noi di Legione vediamo l’epoca attuale con ambizioni differenti, dove ci viene data la possibilità di sperimentare la vita sotto tanti aspetti, è un’opportunità che deve essere colta affinchè ciascun individuo possa migliorare il suo percorso di crescita. Dobbiamo ripartire dalla fonte primaria della vita: la luce che viene dal nostro sole. Qui è l’origine. Questo è il pensiero di Legione del Sole: la Triade di Luce ci indica il percorso. Con i pensieri di luce cammineremo sul giusto sentiero, per arrivare alla consapevolezza della Grande Visione.

Diciamo che è l’epoca in cui i popoli occidentali hanno conosciuto una pseudo libertà apparente: quando eravamo popoli col 95% di ignoranti non avevamo possibilità di avere maggiori pretese nei confronti di chi ci governava  e subivamo il potere costituito senza tante speranze di rivalsa. Quando è arrivata un pò di cultura abbiamo capito che coloro che ci governano non hanno l’investitura divina, sono esseri umani come noi (con tutto rispetto per David Icke): tutti abbiamo pari diritti e doveri nella società in cui viviamo, tutti abbiamo il diritto all’esistenza. Noi occidentali siamo quindi stati imbrigliati nel sistema economico produttivo: lavoro, produzione, consumo. Gli altri popoli prima dell’arrivo dell’uomo bianco occidentale, vivevano con dignità la loro vita, poi sono stati conquistati, schiavizzati, o imbrigliati nel sistema economico produttivo che è stato esportato in tutto il mondo. Ma ora la pseudo libertà avuta con la modernità sembra vacillare, non ci gratifica più, sembra una beffa: ci sentiamo un pò schiavi di un sistema che si sta rivelando una vera bufala per gli esseri viventi. Abbiamo, non sempre, la sensazione di vivere delle gratificazioni meravigliose perchè lavoriamo, produciamo e guadagnamo (ora con la crisi un pò meno…), ma non sappiamo nulla di chi ci ha dato la possibilità di mangiarci una buona mela, del buon pane o della gustosa carne: i beni di prima necessità, senza i quali non potremmo sopravvivere. Questo sistema economico sembra troppo macchinoso, troppo energivoro e poco sostenibile, inoltre è in grado di creare miseria e povertà. Che abbia le ore contate? Ci chiediamo se possa esistere un sistema migliore: probabilmente si, e siamo sicuramente noi, tramite persone oneste e di buona volontà che studiano la vera economia, che dobbiamo escogitare e inventare nuove teorie e soluzioni. Tutto qui: i binari da seguire sono sempre quelli che passano per la Triade di Luce. L’attuale sistema economico si è spinto troppo oltre e sembra ormai fatiscente, in quanto creato su basi fragili (sistema monetario e la finanza che lo usa) e idealizzando principi contrari alla vita e al rispetto della natura. Forse vorremmo tutti un cambiamento: facciamo un’esame di coscienza e cominciamo ad agire per creare situazioni che ci portino verso la visione di quella civiltà che tutti ci meritiamo, per poter vivere dignitosamente ogni percorso di vita che ciascuno di noi è destinato a raggiungere. La nostra mente che si è fatta ingannare, ora ci può anche aiutare: deve cominciare a lavorare per donare energia ai valori che sono sacri alla vita. Cominciamo a voler rivivere puntando a valori come l’onestà, lealtà, la solidarietà, la ricerca della serenità interiore. Qualcosa dentro di noi ci aiuterà a cambiare in meglio, e saremo più felici. Lasciamo che il sole ci illumini: la luce che ci permea entrerà in noi, filtrata dai nostri pensieri consapevoli e produrrà quelle attivazioni del nostro dna che sono già programmati dalla vita stessa. Consapevolezza è la parola d’ordine. Vedremo strada facendo…

cagnolino in giardino

Mi sento incompreso…mi sa che dobbiamo scambiare due parole!

Cominciamo a coltivare il nostro giardino interiore. Cominciamo a relazionarci più spesso con la natura attorno a noi: cominciamo a parlarle. Quando potete parlare con un cane fatelo, quando potete parlare con un gatto fatelo, quando potete parlare con un fiore fatelo, quando potete parlare con un albero fatelo..quando non vi rendete conto che state parlando con un uomo…allora fermatevi.

Pensieri di luce a tutti voi,

Ascolta…

 

Legsol